Maisto, Concetta Emiliana (2013) IL RUOLO DELLA STAMPA NELLA FORMAZIONE DELL'OPINIONE PUBBLICA. UNO STUDIO DI SEMANTICA QUANTITATIVA. [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
Maisto_Tesi di dottorato.pdf

Download (972kB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Title: IL RUOLO DELLA STAMPA NELLA FORMAZIONE DELL'OPINIONE PUBBLICA. UNO STUDIO DI SEMANTICA QUANTITATIVA.
Creators:
CreatorsEmail
Maisto, Concetta Emilianamaisto@unina.it
Date: 28 March 2013
Number of Pages: 130
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Sociologia
Scuola di dottorato: Scienze sociali
Dottorato: Sociologia e ricerca sociale
Ciclo di dottorato: 25
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Morlicchio, Enricaenmorlic@unina.it
Tutor:
nomeemail
Ragone, Gerardoragone@unina.it
Date: 28 March 2013
Number of Pages: 130
Uncontrolled Keywords: agenda-setting, sindaci, comunicazione poltica, analisi del contenuto
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 14 - Scienze politiche e sociali > SPS/07 - Sociologia generale
Date Deposited: 10 Apr 2013 10:24
Last Modified: 06 Jun 2016 01:00
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/9201

Abstract

Questa tesi di dottorato propone una riflessione sull’annoso dibattito riguardante l’influenza esercitata dai mass-media sulla formazione delle rappresentazioni sociali degli individui circa la realtà, ed in particolare circa la politica ed i personaggi politici. Nello specifico, ed in riferimento ai cambiamenti avvenuti in Italia, nell’ultimo ventennio, anche, con la riforma della legge elettorale per il rinnovo degli enti locali, si è fatta luce sul ruolo giocato dai quotidiani nel costruire l’immagine dei nuovi sindaci. Attraverso la tecnica dell’analisi del contenuto, ispirata agli studi classici di semantica quantitativa, ho ricostruito l’immagine degli ex sindaci di Milano (Roberto Formentini), di Napoli (Antonio Bassolino) e di Roma (Francesco Rutelli) così come veicolata dai quotidiani locali "Il Giorno" di Milano, "Il Mattino" di Napoli e "Il Messaggero" di Roma fra il 1993, anno dell’entrata in vigore della legge 81/93 sull’elezione diretta dei sindaci, e il 1997. Si tratta di uno studio di semantica quantitativa condotto, con l’ausilio di una scheda di rilevazione dati costruita ad hoc, sugli elementi della titolazione (titoli, catenacci, occhielli e sommari) e sulle immagini che i tre diversi quotidiani hanno utilizzato con riferimento ai loro sindaci. L’indagine, che si muove nell'ambito della teoria dell'agenda-setting,ha voluto ricostruire l’agenda dei giornali, rispetto ad un singolo tema (i sindaci), indagandone il newsmaking utilizzato per raccontare gli eventi, i fatti e le cronache riguardanti i primi cittadini, di colpo divenuti i taumaturghi delle città.

Actions (login required)

View Item View Item