Cera, Agostino (2006) Io con tu: Karl Löwith e la possibilità di una Mitanthropologie. [Tesi di dottorato] (Unpublished)

[img]
Preview
PDF
Cera.pdf

Download (860kB) | Preview
Item Type: Tesi di dottorato
Uncontrolled Keywords: Mitanthropologie, Rapporto, Tu
Date Deposited: 30 Jul 2008
Last Modified: 30 Apr 2014 19:24
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/922

Abstract

Nel presente lavoro viene proposta una “interpretazione rivalutante” della Habilitationschrift di Karl Löwith, Das Individuum in der Rolle des Mitmenschen (1928). Quest’opera, generalmente trascurata in sede critica, teorizza una antropologia relazionale che tenta di dialogare in modo critico con Sein und Zeit e che abbiamo definito nei termini di Mitanthropologie. L’analisi del testo è stata organizzata come segue: una prima sezione dedicata ad una discussione minuziosa dell’opera, a partire dalla quale si avanzano alcune proposte interpretative in riferimento a passaggi specifici (in particolare: un parallelo tra Heidegger e Kierkegaard relativo al tema del rapporto isolamento-ancoscia-morte; un tentativo di lettura di alcuni caratteri fondamentali del Dasein heideggeriano attraverso la lente offerta dal teatro di Pirandello) Una seconda sezione dedicata all’esposizione dei lineamenti della Mitanthropologie löwithiana, a partire, anzitutto, da una analisi dei suoi termini chiave: Mitmensch, Miteinandersein e Mitwelt. Segue la proposta del concetto di “potenza di relazione” quale formula esplicativa dell’individualità personale teorizzata da Löwith. Una prima appendice presenta un breve confronto tra Löwith e Buber, più precisamente tra la Mitanthropologie del primo e la Zwischenontologie del secondo. Una seconda appendice, infine, presenta un ulteriore confronto: quello tra il Denkweg löwithiano (definito come “sviluppo da un’antropologia antropocentrica ad un’antropologia cosmocentrica) e l’antropologia filosofica (la corrente di pensiero facente capo a Scheler, Plessner e Gehlen).

Actions (login required)

View Item View Item