Crifò, Ida (2013) Sistemi di Business Intelligence, Controllo di Gestione e Health Technology Assessment a supporto della pianificazione strategica dell’A.O.U. “Federico II” di Napoli. [Tesi di dottorato]

[img]
Anteprima
Testo
crifo_ida_25.pdf

Download (9MB) | Anteprima
[error in script] [error in script]
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: Sistemi di Business Intelligence, Controllo di Gestione e Health Technology Assessment a supporto della pianificazione strategica dell’A.O.U. “Federico II” di Napoli
Autori:
AutoreEmail
Crifò, Idaida.crifo@unina.it
Data: 2 Aprile 2013
Numero di pagine: 211
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Sanità Pubblica
Scuola di dottorato: Medicina preventiva, pubblica e sociale
Dottorato: Economia e management delle aziende e delle organizzazioni sanitarie
Ciclo di dottorato: 25
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Triassi, Mariatriassi@unina.it
Tutor:
nomeemail
Triassi, Mariatriassi@unina.it
Bracale, Umbertoumberto.bracale@unina.it
Data: 2 Aprile 2013
Numero di pagine: 211
Parole chiave: controllo di gestione, business intelligence, datawarehouse, health technology assessment, hta
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 09 - Ingegneria industriale e dell'informazione > ING-INF/06 - Bioingegneria elettronica e informatica
Area 06 - Scienze mediche > MED/42 - Igiene generale e applicat
Area 13 - Scienze economiche e statistiche > SECS-P/07 - Economia aziendale
Aree tematiche (7° programma Quadro): SALUTE e TUTELA DEL CONSUMATORE > Ottimizzazione per la prestazione delle cure sanitarie per i cittadini in Europa
Depositato il: 10 Apr 2013 08:55
Ultima modifica: 10 Mag 2016 01:00
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/9464

Abstract

Negli ultimi anni, la necessità di un’analisi puntuale dei meccanismi che incidono sull’andamento della spesa pubblica e l’esigenza di individuare interventi mirati al contenimento e alla sua progressiva riqualificazione, sono state più volte al centro dell’attenzione del legislatore. In questo contesto, un ruolo importante è giocato dalla spesa in ambito sanitario, che assorbe un’importante quota dei consumi: in tal senso, viene perseguita la politica di misure per il contenimento della spesa, la cosiddetta “razionalizzazione senza riduzione dei livelli assistenziali”, ma soprattutto il provvedimento sulla spending review ed il Decreto Legge sulla razionalizzazione dell’attività assistenziale e sanitaria hanno reso imprescindibili gli obiettivi di efficienza, controllo e monitoraggio della spesa pubblica. Diventa cruciale, pertanto, un’analisi dell’aggregato di spesa “Sanità” che però risulta di notevole difficoltà operativa a causa della bassa attendibilità dei dati, di una contabilizzazione non uniforme e non analitica, e talvolta errata, dei “fatti” gestionali delle Aziende Sanitarie. Con la spending review è stato introdotto il principio secondo cui occorre intervenire sulla spesa pubblica in modo selettivo e non con tagli o tetti lineari, ossia uguali per tutti gli enti di una stessa tipologia. Tuttavia, tale principio va spesso in contrasto con la logica sostanzialmente finanziaria dei “piani di rientro” che, in moltissimi casi, continuano a privilegiare l’aspetto della spesa, senza una visione complessiva che parta dal rafforzamento delle capacità di governare la domanda e l’offerta di servizi di tutela della salute, comportando il forte rischio di ottenere qualche limitato risultato nel breve periodo e con effetti negativi nel medio e lungo periodo. Una copiosa letteratura evidenzia l’importanza dell’introduzione all’interno delle realtà sanitarie di un sistema di monitoraggio e di controllo di gestione finalizzato a guidare l’organizzazione verso il raggiungimento dei propri obiettivi e volto a diffondere nelle organizzazioni sanitarie la cultura orientata al miglioramento dei comportamenti e delle procedure. Tali sistemi devono essere supportati da strumenti che consentono di effettuare tempestive e corrette valutazioni, tali da innescare un processo veramente efficace di miglioramento continuo. Pertanto le Aziende Sanitarie, ancor più, dovranno porsi come obiettivo quello di dotarsi di un sistema di spending analysis basato sull’utilizzo di software dotati di un’architettura che permettano di armonizzare il sistema contabile, gli schemi di bilancio e, più in generale, le informazioni ma allo stesso tempo diviene necessario implementare un’attività di “intelligenza” sui dati, al fine di effettuare dei confronti significativi fra i costi delle attività svolte e dei servizi erogati, anche attraverso la costruzione di un set di indicatori affidabili che affondano le proprie basi su dati omogenei. Le esigenze informative, pertanto, impongono non solo una tempestiva disponibilità del dato, ma anche una chiara tracciabilità e attendibilità della fonte. Tali esigenze sono ancora più forti nel controllo dell’attività e della spesa sanitaria, specialmente in una Regione come quella campana che presenta un deficit molto forte nel settore sanitario, dove impiega la maggior quota delle sue risorse. Alla luce di ciò, il lavoro presenta l’iter seguito per l’implementazione di strumenti “personalizzati” economico-gestionali, di diversa tipologia, a supporto della programmazione e della pianificazione della strategia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “Federico II”. Tali strumenti sono stati individuati attraverso l’approfondimento di diverse metodologie descritte in letteratura seguendo tre filoni di ricerca (1) business intelligence, mediante un processo di mappatura dei flussi aziendali e di progettazione di un datawarehouse; 2) controllo di gestione, mediante l’implementazione di una reportistica customizzata e di un processo di budget predisposti sulla base del contesto di riferimento, 3) health technology assessment, attraverso lo sviluppo di un modello di mini-HTA personalizzato), strettamente collegati tra loro e parte di un unico processo di studio volto all’identificazione di modelli ottimali per la pianificazione delle strategie aziendali e la valutazione dei risultati ottenuti, al fine di conseguire obiettivi di maggiore efficienza nella gestione. Il lavoro descrive le applicazioni, le potenzialità e le criticità degli strumenti individuati.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento