Peptidi per la progettazione di biomateriali innovativi: sintesi e studi conformazionali

Gambaretto, Roberta (2006) Peptidi per la progettazione di biomateriali innovativi: sintesi e studi conformazionali. [Tesi di dottorato] (Inedito)

Full text disponibile come:

[img]PDF - Richiede un editor Pdf del tipo GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
10Mb

Abstract

La ricerca condotta ha riguardato lo studio e la messa a punto di procedure per la realizzazione di biomateriali innovativi principalmente per impianti o sostituti ossei. Il progetto si è articolato a vari livelli che vanno dall’individuazione di peptidi bioattivi in grado di promuovere l’adesione e la proliferazione degli osteoblasti grazie alla strategia nota come peptide mimicry, allo studio di come veicolare tali peptidi alla superficie o all’interno di un biomateriale. La prima fase del dottorato ha riguardato la progettazione, sintesi e caratterizzazione di sequenze peptidiche che promuovono l’adesione cellulare da utilizzare per l’ottenimento di materiali biomimetici. A tale fine sono state sintetizzate due serie di peptidi: una prima serie contenente il motivo RGD per l’adesione degli osteoblasti via integrine ed una seconda serie riproducente diversi tratti della vitronettina per l’adesione specifica degli osteoblasti via eparan solfato. Le molecole che si sono dimostrate più bioattive durante saggi di adesione degli osteoblasti a polistirene in vitro sono state utilizzare per funzionalizzare covalentemente dei dischetti di Ti preventivamente sabbiati ed ossidati e si sono rivelate in grado di incrementare notevolmente l’adesione di osteoblasti al Ti in saggi in vitro. Sono inoltre stati sintetizzati dei frammenti della BMP-2 umana in grado di stimolare la differenziazione degli osteoblasti in vitro. Al fine di studiare eventuali correlazioni tra struttura e attività biologica dei vari peptidi sintetizzati sono stati condotti studi conformazionali CD ed FT-IR. Quali scaffold tridimensionali per l’ingegneria tessutale sono stati sintetizzati diversi peptidi ionico-complementari auto-assemblanti di tipo I e modulo II. Alcune delle sequenze sintetizzate, in base a studi CD, hanno mostrato di non assumere in soluzione la struttura [beta]-sheet attesa e necessaria alla successiva formazione di membrane. Infine, l’aggiunta della sequenza-segnale per l’adesione cellulare RGD al peptide auto-assemblante EAK 16-II non ha impedito la formazione di membrane in presenza di ioni monovalenti positivi.

Tipologia di documento:Tesi di dottorato
Parole chiave:Materiali biomimetici, Sintesi peptidica, Studi conformazionali
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 03 Scienze chimiche > CHIM/06 CHIMICA ORGANICA
Coordinatori della Scuola di dottorato:
Coordinatore del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Lanzetta, Rosa
Tutor della Scuola di dottorato:
Tutor del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
D'Auria, Gabriella
Stato del full text:Accessibile
Data:2006
Numero di pagine:357
Istituzione:Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento o Struttura:Chimica
Tipo di tesi:Dottorato
Stato dell'Eprint:Inedito
Denominazione del dottorato:Scienze chimiche
Ciclo di dottorato:XVIII
Numero di sistema:949
Depositato il:31 Luglio 2008
Ultima modifica:04 Febbraio 2009 09:41

Solo per gli Amministratori dell'archivio: edita il record