Braun, Sabrina (2014) Aspetti biologici e bioetici degli effetti delle nanoparticelle sull'ambiente e sulla salute umana. [Tesi di dottorato]

[img]
Anteprima
Testo
Braun_Sabrina_26.pdf

Download (2MB) | Anteprima
[error in script] [error in script]
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: Aspetti biologici e bioetici degli effetti delle nanoparticelle sull'ambiente e sulla salute umana
Autori:
AutoreEmail
Braun, Sabrinasabrinabraun@libero.it
Data: 22 Marzo 2014
Numero di pagine: 160
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Studi Umanistici
Scuola di dottorato: Scienze filosofiche
Dottorato: Bioetica
Ciclo di dottorato: 26
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
D'Antuono, Emiliaemilia.dantuono@unina.it
Tutor:
nomeemail
Gualtieri, Roberto[non definito]
Data: 22 Marzo 2014
Numero di pagine: 160
Parole chiave: nanoparticelle; salute; ambiente
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 05 - Scienze biologiche > BIO/06 - Anatomia comparata e citologia
Area 05 - Scienze biologiche > BIO/07 - Ecologia
Area 05 - Scienze biologiche > BIO/13 - Biologia applicata
Area 06 - Scienze mediche > MED/10 - Malattie dell'apparato respiratorio
Area 06 - Scienze mediche > MED/11 - Malattie dell'apparato cardiovascolare
Area 06 - Scienze mediche > MED/12 - Gastroenterologia
Area 06 - Scienze mediche > MED/35 - Malattie cutanee e veneree
Area 06 - Scienze mediche > MED/36 - Diagnostica per immagini e radioterapia
Aree tematiche (7° programma Quadro): SALUTE e TUTELA DEL CONSUMATORE > Sicurezza alimentare, salute degli animali, benessere e salute degli animali e delle piante
NANOSCIENZE, NANOTECNOLOGIE, MATERIALE E PRODUZIONE > Nanoscienze e Nanotecnologie
Informazioni aggiuntive: sede dove ho svolto l'attività di dottorato: Dipartimento di Biologia
Depositato il: 12 Apr 2014 08:44
Ultima modifica: 13 Gen 2015 15:06
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/9646

Abstract

Negli ultimi anni la comunità scientifica ha mostrato particolare interesse per le nanotecnologie. Si tratta di un insieme di tecnologie, tecniche e processi che, basandosi sulla manipolazione della materia su scala atomica e molecolare, prevedono la creazione e utilizzazione di materiali, dispositivi e sistemi con dimensioni di livello nanometrico, i così detti nanoprodotti. Questi sono costituiti da particelle di dimensioni comprese tra 1 e 100nm, definite con il nome di nanoparticelle (NPs). Le prospettive rivoluzionarie associate alla nanotecnologie derivano dal fatto che, a queste dimensioni ridotte, comportamenti e caratteristiche della materia cambiano drasticamente rispetto a dimensioni maggiori, in tal modo le nanotecnologie rappresentano un modo radicalmente nuovo di produzione di materiali, strutture e dispositivi con proprietà e funzionalità notevolmente migliorate o del tutto nuove. Proprio per questi motivi, le applicazioni delle nanotecnologie sono potenzialmente infinite e rivolte praticamente a tutti i settori produttivi. Numerosi sono i prodotti derivanti da queste tecnologie innovative, alcuni già disponibili sul mercato, altri in procinto di esserlo. Il loro numero è in costante crescita ed è stato stimato che finora sono stati realizzati 1628 prodotti nanotecnologici impiegati nei settori più disparati. Tra i settori produttivi in cui trovano impiego le NPs si possono annoverare: il settore della salute e fitness, elettrodomestico, automobilistico, elettronico ed informatico, alimentare ecc. Il settore allo stato attuale più sviluppato è quello della salute e del fitness, nel quale rientrano anche i prodotti per la cura della salute. Tra quest’ultimi si possono annoverare NPs utilizzabili nel drug delivery e nella gene therapy rispettivamente per il trasporto selettivo, mediante targeting cellula-specifico, di farmaci e di oligonucleotidi, NPs nell’ingegneria tissutale per la costruzione di scaffold ossia di supporti tridimensionali utili per la rigenerazione di tessuti danneggiati ed infine NPs per la diagnostica, utilizzate come mezzi di contrasto per migliorare tecniche di imaging, quali la risonanza magnetica nucleare. Lo sviluppo esponenziale delle nanotecnologie nei settori più disparati e le loro molteplici applicazioni hanno aumentato però i timori sui possibili rischi associati al loro impiego. Ciò ha portato allo sviluppo di una nuova disciplina che prende il nome di nanotossicologia, il cui obiettivo è la valutazione dei potenziali effetti tossici delle NPs frutto della nanotecnologia per la salute umana e per l’ambiente. Ed è proprio nell’ambito degli studi nanotossicologici che si è inserita quest’attività di dottorato, la quale ha focalizzato la propria attenzione sugli aspetti biologici e bioetici degli effetti delle NPs sulla salute umana e sull’ambiente.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento