Parisi, Roberta (2014) Caratterizzazione ambientale di siti costieri mediterranei attraverso associazioni a foraminiferi bentonici e ostracodi. [Tesi di dottorato]

[img]
Anteprima
Testo
Parisi_Roberta_26.pdf

Download (8MB) | Anteprima
[error in script] [error in script]
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: Caratterizzazione ambientale di siti costieri mediterranei attraverso associazioni a foraminiferi bentonici e ostracodi
Autori:
AutoreEmail
Parisi, Robertarobyparisi@alice.it
Data: 27 Marzo 2014
Numero di pagine: 239
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Centro Interdipartimentale di Ricerca Ambiente "CIRAM"
Scuola di dottorato: Scienze della terra
Dottorato: Analisi dei sistemi ambientali
Ciclo di dottorato: 26
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Fedi, Mauriziomaurizio.fedi@unina.it
Tutor:
nomeemail
Barra, Diana[non definito]
Guida, Marco[non definito]
Data: 27 Marzo 2014
Numero di pagine: 239
Parole chiave: Foraminiferi bentonici, ostracodi, impatto antropico, sedimenti costieri mediterranei, analisi ecotossicologiche, elementi in traccia
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 05 - Scienze biologiche > BIO/07 - Ecologia
Area 04 - Scienze della terra > GEO/01 - Paleontologia e paleoecologia
Area 06 - Scienze mediche > MED/42 - Igiene generale e applicat
Aree tematiche (7° programma Quadro): AMBIENTE (INCLUSO CAMBIAMENTO CLIMATICO) > Mobilitare conoscenza ambientale per la politica, l'industria e la società
Depositato il: 07 Apr 2014 10:22
Ultima modifica: 15 Lug 2015 01:01
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/9697

Abstract

La caratterizzazione dei sedimenti può giocare un ruolo importante nella valutazione dello stato di alterazione di un sistema complesso come quello costiero. Due siti dell’area flegrea, il litorale di Pozzuoli e la costa da Torregaveta a Cuma, e la baia di Silivri, città turca che affaccia sul Mar di Marmara, vengono valutati tramite un approccio multidisciplinare che interessa sedimenti marini. Alle analisi chimiche ed ecotossicologiche viene associato lo studio tassonomico ed ecologico di due gruppi sistematici della bentofauna. In particolare, si pone l’attenzione sullo studio di due taxa appartenenti al meiobenthos: i foraminiferi bentonici (Protista)e gli ostracodi(Crustacea). I test ecotossicologici sono stati effettuati utilizzando tre diversi bioindicatori: Vibrio fischeri (Bacteria), Dunaliella tertiolecta (Clorophyta) e Artemia salina (Crustacea). Le analisi chimiche sono state mirate alla determinazione della concentrazione di IPA (Idrocarburi Policiclici Aromatici) e degli elementi in traccia presenti. L’integrazione dei dati, acquisiti con le diverse metodologie nei diversi siti, permette di ottenere una visione più completa dell’impatto delle attività antropiche su di un sistema naturale.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento