Maioli Castriota Scanderbech, Elena (2014) Elezioni del Parlamento europeo: una legislazione elettorale uniforme per una maggiore rappresentatività? [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
Maioli Castriota Scanderbech_Elena_26.pdf

Download (2MB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Title: Elezioni del Parlamento europeo: una legislazione elettorale uniforme per una maggiore rappresentatività?
Creators:
CreatorsEmail
Maioli Castriota Scanderbech, Elenaelena.scanderbech@coleurope.eu
Date: 31 March 2014
Number of Pages: 204
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Scienze Politiche
Scuola di dottorato: Scienze politiche
Dottorato: Scienza politica e istituzioni in Europa
Ciclo di dottorato: 26
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Mosca, LilianaUNSPECIFIED
Tutor:
nomeemail
Vittoria, ArmandoUNSPECIFIED
Date: 31 March 2014
Number of Pages: 204
Uncontrolled Keywords: elezioni europee; Parlamento europeo; procedura elettorale uniforme
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 12 - Scienze giuridiche > IUS/14 - Diritto dell'unione europea
Area 14 - Scienze politiche e sociali > SPS/03 - Storia delle istituzioni politiche
Area 14 - Scienze politiche e sociali > SPS/04 - Scienza politica
Date Deposited: 08 Apr 2014 13:05
Last Modified: 15 May 2016 01:00
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/9742

Abstract

L'attuale sistema elettorale europeo è caratterizzato dall'assenza di una procedura elettorale uniforme in tutti gli Stati membri e dalla presenza soltanto di alcuni principi comuni introdotti con la decisione del Consiglio n. 2002/772. Di conseguenza, diversi restano ancora gli aspetti legislativi per eleggere i membri del Parlamento europeo disciplinati in maniera non omogenea tra i vari Stati dell'Unione. Nonostante nel 1979 l’introduzione di elezioni a suffragio universale diretto del Parlamento europeo avesse come scopo principale quello di ridurre il gap esistente fra le istituzioni di Bruxelles e i cittadini europei, l’interesse per le elezioni non sembra essere accresciuto nel corso degli anni e le tornate elettorali che si sono susseguite hanno evidenziato un calo costante della partecipazione alle urne. Le stesse elezioni europee risultano poi ancora etichettate come elezioni di “secondo ordine” rispetto alle competizioni nazionali. Il presente lavoro si propone pertanto di analizzare l’impatto di una maggiore armonizzazione della legislazione elettorale europea sul grado di rappresentatività del Parlamento e quindi il tipo di contributo che ciò potrebbe apportare al fine di ridurre la percezione del cosiddetto deficit democratico europeo.

Actions (login required)

View Item View Item