De Luca, Patrick (2014) Studio delle Placche Carotidee Aterosclerotiche Umane Pre- e Post-intervento di Endoarteriectomia Carotidea: Mutate Espressioni Genetiche. [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
De Luca Patrick.pdf

Download (2MB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Title: Studio delle Placche Carotidee Aterosclerotiche Umane Pre- e Post-intervento di Endoarteriectomia Carotidea: Mutate Espressioni Genetiche
Creators:
CreatorsEmail
De Luca, PatrickPATCHDLC@LIBERO.IT
Date: 28 March 2014
Number of Pages: 89
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Scienze Mediche Traslazionali
Scuola di dottorato: Medicina clinica e sperimentale
Dottorato: Fisiopatologia clinica e medicina sperimentale
Ciclo di dottorato: 26
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Marone, GianniUNSPECIFIED
Tutor:
nomeemail
Marone, GianniUNSPECIFIED
Date: 28 March 2014
Number of Pages: 89
Uncontrolled Keywords: Aterosclerosi, Endoarteriectomia Carotidea, Infiammazione
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 06 - Scienze mediche > MED/11 - Malattie dell'apparato cardiovascolare
Area 06 - Scienze mediche > MED/22 - Chirurgia vascolare
Date Deposited: 14 Apr 2014 09:47
Last Modified: 23 Jan 2015 11:02
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/9832

Abstract

Lo sviluppo di placche aterosclerotiche è la conseguenza dell’alterazione di equilibrio ossidativo, stato infiammatorio e stato metabolico. Allo scopo di fornire un contributo alla comprensione dello sviluppo dell’aterosclerosi è stato valutato se in placche aterosclerotiche di pazienti sottoposti ad endoarteriectomia carotidea si verificano alterazioni dell’espressione di geni coinvolti nei suddetti processi rispetto a tessuti non ateromatosi. Per l’ossidazione ci si è proposti di studiare l’espressione della paraoxonasi 2, un enzima con funzione antiossidante, espresso ubiquitariamente, che potrebbe quindi svolgere un importante ruolo nella protezione delle pareti arteriose dall’aterosclerosi. Un altro obiettivo è stato lo studio della regolazione dell’espressione di PON2 in seguito a stress ossidativo. Per la valutazione dello stato infiammatorio è stata misurata l’espressione di proteine coinvolte nella sintesi di leucotrieni, la 5-lipossigenasi e la sua proteina attivante (FLAP). In modelli animali è stato dimostrato l’effetto atero-protettivo di un citochina secreta dal tessuto adiposo, l’adiponectina. Il terzo obiettivo è stato la quantizzazione dei livelli di mRNA dell’adiponectina per verificare se l’espressione a livello endoteliale sia responsabile degli elevati livelli di proteina nelle arterie ateromatose. Inoltre, per verificare se nella placca esiste un fenomeno di adiponectina-resistenza è stato effettuato il dosaggio dell’mRNA dei due recettori dell’adiponectina.

Actions (login required)

View Item View Item