Di Palma, Bruna (2015) Dispositivi progettuali per l'archeologia come architettura intermittente della città. [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
Bruna Di Palma_tesi di dottorato XXVII ciclo.pdf

Download (4MB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Resource language: Italiano
Title: Dispositivi progettuali per l'archeologia come architettura intermittente della città
Creators:
CreatorsEmail
Di Palma, Brunabrunadipalma@libero.it
Date: 31 March 2015
Number of Pages: 125
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Architettura
Scuola di dottorato: Architettura
Dottorato: Progettazione urbana ed urbanistica
Ciclo di dottorato: 27
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Miano, Pasqualepasmiano@unina.it
Tutor:
nomeemail
Miano, PasqualeUNSPECIFIED
Date: 31 March 2015
Number of Pages: 125
Keywords: Architettura per l'archeologia, Progetto urbano per l'archeologia
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > ICAR/14 - Composizione architettonica e urbana
Date Deposited: 13 Apr 2015 07:35
Last Modified: 08 Oct 2015 07:59
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/10483
DOI: 10.6092/UNINA/FEDOA/10483

Collection description

La tesi affronta la tematica del rapporto tra archeologia e progetto urbano. A partire dall'interpretazione dell'archeologia come architettura intermittente, nella tesi sono indagate le modalità attraverso le quali si svolge il fenomeno ciclico di "morte e vita" delle architetture nelle città antiche nonché alcune tecniche e strumenti attraverso i quali leggerne le ricadute nella trasformazione urbana. L'obiettivo principale della ricerca è dunque la definizione di traiettorie strategiche, in grado di costituire la base di un'indagine progettuale, che interpreta le caratteristiche di instabilità, di discontinuità e di aperture al nuovo che la presenza archeologica può determinare nelle città. Si tratta di temi-chiave per la progettazione architettonica e urbana: focalizzare l'attenzione sul ruolo dell'architettura e del progetto urbano nella costruzione di relazioni, di connessioni, di sequenze anche completamente inedite è un compito interessante per l'architettura, che non deve essere inteso come una volontà di settorializzazione, aspetto che ha spesso costituito un limite nel rapporto tra archeologia e architettura. L'archeologia come architettura intermittente consente di comprendere articolate situazioni archeologiche, architettoniche e urbane, attraverso percorsi conoscitivi nei quali gli aspetti progettuali possono essere declinati e investigati in maniera compiuta, superando "operativamente" steccati che hanno spesso impedito il conseguimento dei risultati attesi dal progetto.

Downloads

Downloads per month over past year

Actions (login required)

View Item View Item