De Cristofaro, Carlo (2016) Frediano Frediani tra classicismo e modernità. [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
de_cristofaro_carlo_28.pdf

Download (30MB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Title: Frediano Frediani tra classicismo e modernità
Creators:
CreatorsEmail
De Cristofaro, Carloinfo@carlodecristofaro.com
Date: 26 September 2016
Number of Pages: 270
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Architettura
Scuola di dottorato: Architettura
Dottorato: Storia e conservazione dei beni architettonici e del paesaggio
Ciclo di dottorato: 28
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Leonardo, Di Mauroleonardo.dimauro@unina.it
Tutor:
nomeemail
Castagnaro, AlessandroUNSPECIFIED
Date: 26 September 2016
Number of Pages: 270
Uncontrolled Keywords: Frediano Frediani, Ente Autonomo Volturno, Cumana, Rari Nantes, Gennaro De Rienzo, Benevento, Venafro, Napoli
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > ICAR/18 - Storia dell'architettura
Date Deposited: 09 Mar 2017 13:27
Last Modified: 14 Nov 2017 02:00
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/11180
DOI: 10.6093/UNINA/FEDOA/11180

Abstract

Obiettivo del seguente studio è l’analisi, basata su ricerche di archivio e bibliografiche, delle opere di Frediano Frediani (1897-1978), architetto toscano nato a Forte dei Marmi, ma napoletano d’adozione, in quanto trasferitosi nel capoluogo campano nel novembre del 1922. Esistono una serie di lacune, di carattere storiografico, sul personaggio, menzionato in più testi, per lo più in relazione alle stazioni della Cumana e al rilievo dell’acquedotto di Venafro, ma mai trattato in maniera organica e con carattere monografico. L’analisi delle opere non ha potuto prescindere da un inquadramento della formazione del Nostro, avvenuta tra teoria e prassi così come del contesto storico e progettuale delle città in cui ha operato (Napoli e Benevento in particolare). Il titolo proposto per la tesi di dottorato “Frediano Frediani tra classicismo e modernità” vuole evidenziare come nel nostro autore lo sguardo al classico costituisse un elemento imprescindibile per la progettazione delle sue opere. Da tale disamina ne emerge una figura poliedrica, che prediligeva forme pure e la luce per designare gli spazi, per la quale la succitata propensione alla classicità si evince anche dagli interventi grafici, che ci consentono di coglierne le fini qualità d’artista e di grafico ante-litteram. Tali casi sono stati letti e interpretati come fusione tra arte e architettura.

Actions (login required)

View Item View Item