PAPATHANASIOU, MARIA (2022) Parents-Teachers Transformational Community of Inquiry: An Innovative Model. [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
M.Papathanasiou_THESIS.pdf

Download (8MB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Resource language: English
Title: Parents-Teachers Transformational Community of Inquiry: An Innovative Model
Creators:
CreatorsEmail
PAPATHANASIOU, MARIAMPAPSAL@GMAIL.COM
Date: 16 February 2022
Number of Pages: 438
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Studi Umanististici
Dottorato: Mind, gender and languages
Ciclo di dottorato: 33
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
BACCHINI, DARIOdario.bacchini@unina.it
Tutor:
nomeemail
STRIANO, MAURAUNSPECIFIED
Date: 16 February 2022
Number of Pages: 438
Keywords: PARENTS-SCHOOL PARTNERSHIP, COMMUNITY PHILOSOPHICAL INQUIRY, TRANSFORMATIVE LEARNING, COVID-19
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-PED/01 - Pedagogia generale e sociale
Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-PED/04 - Pedagogia sperimentale
Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-PSI/04 - Psicologia dello sviluppo e psicologia dell'educazione
Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-PSI/05 - Psicologia sociale
Additional information: The main parts of the Dissertation are in both languages- English & Italian.
Date Deposited: 16 Feb 2022 18:30
Last Modified: 07 Jun 2023 11:21
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/13526

Collection description

ABSTRACT: Extensive research over the last 3 decades has documented that collaboration between parents and teachers in the education of children from kindergarten through high school is highly beneficial for all parties, and particularly so for the academic progress and general welfare of the students. This dissertation describes a study that was directed toward developing and refining an innovative model of teaching practice—Philosophy for parent (P4P)—specifically directed at the parents of K-12 school-age children for the purpose of bridging a now widely recognized gap in communication and collaboration between parents and teachers—and hence in potential educational efficacy—and convert the actors into a well-bonded community—one that is actively engaged via "philosophic" Socratic dialogue with questions that probe and challenge their own and mutual frames of reference. And one that will intentionally sponsor and facilitate parents' direct involvement with their children's curriculum and everyday progress. In particular, my research focused on creating an innovative model of practice directed toward promoting teacher-facilitated liberating democratic dialogue between parents and teachers that is based on the fundamental principles of Socratic dialogue that academically acclaimed Columbia University professor of philosophy, Matthew Lipman, incorporated into an educational model for schoolteachers, and their students. In Lipman's model the teacher fosters and facilitates formation of a Community of Philosophical Inquiry among students from preschool age to adolescence. Use of this model—termed Philosophy for/with Children, or P4C—has been found in research (Lipman et al., 1980, p.15, Vansielegheim & Kennedy, 2011) to upgrade and cultivate children's innate abilities in questioning, reflecting, and thinking critically in a liberating environment if they are given appropriate prompts at school and home. Use of the process of philosophical Socratic dialogue—not study of historical philosophy—to explore and evaluate alternative actions and concepts between both children and adults is highly innovative in light of the fact that, until very recently, it was unimagined that children could think abstractly let alone compare and balance philosophical concepts. I call my model in which teachers employ adult-adapted versions of Lipman's principles, Philosophy for Parents (P4P). In time I perceived under intensive study of the literature that a number of adult learning theories, especially including Mezirow's Transformative Learning and its dialogue circles, and, to some extent others, might likely prove, under study in practice, to elucidate and positively inform the process and evolution of P4P. My P4P model was developed and pilot tested in a 2-year qualitative Action Research Study in a Kindergarten in Greece—with observed favorable results. During study of underlying theory at University of Naples Federico II, I decided to test P4P in the United States where Lipman's P4C has been admired, practiced, and extensively studied. However, while the first meetings with parents in participating school sites and were in progress—the study was rapidly terminated by an unforeseen Pandemic caused by worldwide, rapidly proliferating Covid-19 disease and attendant discontinuance of face-to-face teaching in schools. And so, an alternative path of study had to be devised. In concert, my doctoral study sponsor at the University of Naples Federico II, Maura Striano, and I converted my Action-Research-in-practice study to a conceptual study of my P4P model refined by extensive further research into its theoretic substrate—augmented by a complementary 49-question, self-administered, comparative international survey of a snowball sample of parents of schoolchildren from generally high SES and academically inclined families in the United States, Italy, Greece, Spain and Costa Rica. The survey's purpose was to examine subject interest in and direct involvement with their child/ren's education, their evaluation of the impact of relationships within the family and with their child/ren's school on their academic and general future success in life, and their appreciation of factors that might signal receptiveness to engaging with my model if it were offered in their child/ren's school. In a chrono-situational context, it probed parents' level of, and interest in, engagement with their children's school both before and then during Covid-19 remote learning, and comparison of the strengths of any factors that enhanced their interest and engagement with the school under pre-Covid-19 vs. pandemic conditions. While it is quite unlikely that many, or even any of the parents in the sample knew anything even about P4C, responses did at least suggest their likely inclination toward P4P—among them, surprisingly, a preference for dialogic communication. An ancillary purpose pursued in this period was development of a Teacher's Handbook as a tool that would assist teachers in leading this practice, featuring stories that might under the right conditions be expected to provoke free and open dialogic discussion between almost any possible grouping of parents and teacher-facilitators, where judgment of "right" or "wrong" might often be suspended to the point of irrelevance, where there might be few, if any, a priori "given" answers ever sanctioned, and where it would be encouraged that one person's point would be commented on, such that one person's question is quite likely to be "answered" (i.e., responded to) by another person's question. Evolution of a teacher-facilitated Community of Philosophical Inquiry, aspirationally, might be expected to eventuate in meaningful parent-teacher partnerships where all actors think deeply, exchange ideas, argue with respect to their own and others' voices and build relevant capacities to manage the complexity of modern pedagogy together as allies on a team. Abstract di Tesi Un vasto filone di ricerca negli ultimi 3 decenni ha documentato che la collaborazione tra genitori e insegnanti nell'educazione dei bambini, dalla scuola materna alla scuola superiore, è altamente vantaggiosa per tutte le parti e, in particolare, per il progresso scolastico e il benessere generale degli studenti. Questa tesi descrive uno studio che è stato diretto allo sviluppo e al perfezionamento di un modello innovativo di pratica didattica - Filosofia per i genitori (Philosophy for Parents, P4P) - rivolto nello specifico ai genitori di bambini in età scolare K-12 (primaria e secondaria) allo scopo di colmare un divario ora ampiamente riconosciuto nella comunicazione e collaborazione tra genitori e insegnanti - e quindi nella potenziale efficacia educativa. Esso trasforma gli attori in una comunità ben legata, attivamente coinvolta attraverso il dialogo socratico "filosofico" con domande che sondano e sfidano i propri e reciproci quadri di riferimento . Inoltre, esso che sponsorizzerà intenzionalmente e faciliterà il coinvolgimento diretto dei genitori nel curriculum dei loro figli e il loro progresso quotidiano. In particolare, la mia ricerca si è concentrata sulla creazione di un modello di pratica innovativo, volto a promuovere il dialogo democratico liberatorio tra genitori e insegnanti, facilitato dall'insegnante, basato sui principi fondamentali del dialogo socratico che il celebre professore di filosofia dalla Columbia University, Matthew Lipman, ha incorporato in un modello educativo per gli insegnanti e i loro studenti. Nel modello di Lipman, l'insegnante promuove e facilita la formazione di una comunità di indagine filosofica tra gli studenti, dall'età prescolare all'adolescenza. La ricerca (Lipman et al., 1980, p.15, Vansielegheim & Kennedy, 2011) ha mostrato come l'uso di questo modello, chiamato Filosofia per/con i bambini, o P4C, migliori e coltivi le abilità innate dei bambini nel mettere in discussione, riflettere, e pensare in modo critico in un ambiente liberatorio, se gli vengono dati suggerimenti appropriati a scuola e a casa. L'uso del processo del dialogo filosofico socratico, e non lo studio della filosofia storica, per esplorare e valutare azioni e concetti alternativi tra bambini e adulti è altamente innovativo alla luce del fatto che, fino a tempi molto recenti, era impensabile che i bambini potessero pensare in modo astratto, figurarsi confrontare e bilanciare concetti filosofici. Chiamo il mio modello, in cui gli insegnanti utilizzano versioni adattate per adulti dei principi di Lipman, Filosofia per i genitori (P4P). Col tempo ho percepito, attraverso uno studio intensivo della letteratura, che un certo numero di teorie sull'apprendimento degli adulti, tra cui in particolare l'apprendimento trasformativo di Mezirow e i suoi circoli di dialogo, e in una certa misura altre, potrebbero probabilmente dimostrare, allo studio pratico, di chiarire e informare positivamente il processo ed evoluzione del P4P. Il mio modello P4P è stato sviluppato e testato in uno studio pilota qualitativo, di ricerca- azione, di 2 anni in un asilo in Grecia, con risultati favorevoli osservati. Durante lo studio della teoria all'Università degli Studi di Napoli Federico II, ho deciso di testare il P4P negli Stati Uniti, dove il P4C di Lipman è stato ammirato, praticato e ampiamente studiato. Tuttavia, mentre erano in corso i primi incontri con i genitori nelle sedi scolastiche aderenti, lo studio è stato rapidamente sospeso da una pandemia imprevista causata dalla malattia Covid-19, in rapida proliferazione in tutto il mondo, e dalla conseguente interruzione dell'insegnamento faccia a faccia nelle scuole. E così è stato necessario ideare un percorso di studio alternativo. Insieme, la mia tutor di dottorato presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II, Maura Striano, ed io abbiamo convertito il mio studio empirico di ricerca-azione in uno studio concettuale del mio modello P4P, perfezionato da ulteriori approfondite ricerche sul suo substrato teorico e ampliato da un questionario comparativo internazionale di 49 domande, autosomministrato , ad un campione a valanga di genitori di bambini in età scolare di status socio-economico generalmente alto e di famiglie con tendenze accademiche negli Stati Uniti, in Italia, in Grecia, in Spagna e in Costa Rica. Lo scopo dell'indagine era di esaminare l'interesse dei soggetti e il coinvolgimento diretto nell'istruzione dei figli, la loro valutazione dell'impatto delle relazioni all'interno della famiglia e con la scuola sul loro successo scolastico e futuro generale nella vita, e la loro valutazione dei fattori che potrebbero segnalare la ricettività a impegnarsi con il mio modello se fosse offerto nella scuola del figlio . In un contesto crono-situazionale, il questionario ha sondato il livello di coinvolgimento e l'interesse dei genitori nei confronti della scuola dei propri figli, sia prima che durante l'apprendimento a distanza da Covid-19, e il confronto dei punti di forza di tutti i fattori che hanno accresciuto il loro interesse e il loro coinvolgimento nei confronti della scuola in condizioni pre-Covid-19 vs in pandemia. Anche se è abbastanza improbabile che molti, o anche qualcuno dei genitori nel campione, sapesse qualcosa del P4C, le risposte suggerivano la loro probabile inclinazione verso il P4P, tra cui, sorprendentemente, una preferenza per la comunicazione dialogica. Uno scopo accessorio perseguito in questo periodo è stato lo sviluppo di un Manuale dell'insegnante, come strumento che avrebbe aiutato gli insegnanti a condurre questa pratica, con storie che, nelle giuste condizioni, possano provocare discussioni dialogiche libere e aperte tra quasi tutti i possibili gruppi di genitori e docenti-facilitatori, dove il giudizio di "giusto" o "sbagliato" possa essere spesso sospeso fino all'irrilevanza, dove possano esserci poche, se non nessuna, risposte "date a priori" e mai approvate, e dove possa essere incoraggiato il commentare il punto di una persona , in modo tale da rendere molto probabile che la domanda di una persona "riceva una risposta" dalla domanda di un'altra persona. Ci si potrebbe aspettare che l'evoluzione di una comunità di indagine filosofica facilitata dall'insegnante sfoci in partnership genitori-insegnanti significativa, in cui tutti gli attori pensano profondamente, scambiano idee, discutono rispetto alla propria voce e a quella degli altri e costruiscono capacità rilevanti per gestire la complessità della pedagogia moderna insieme, come alleati, in squadra.

Downloads

Downloads per month over past year

Actions (login required)

View Item View Item