Coletta, Ivana (2022) L’approccio ambientale per gli interventi di building renovation dei quartieri Erp degli anni ’50-’80 in Italia. Indirizzi di supporto decisionale tra caratteristiche di “autorità” e obiettivi di transizione verde. [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
Coletta_Ivana_34.pdf

Download (28MB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Resource language: Italiano
Title: L’approccio ambientale per gli interventi di building renovation dei quartieri Erp degli anni ’50-’80 in Italia. Indirizzi di supporto decisionale tra caratteristiche di “autorità” e obiettivi di transizione verde
Creators:
CreatorsEmail
Coletta, Ivanaivana.coletta@unina.it
Date: 10 March 2022
Number of Pages: 235
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Architettura
Dottorato: Architettura
Ciclo di dottorato: 34
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
MANGONE, FABIOUNSPECIFIED
Tutor:
nomeemail
LOSASSO, MARIOUNSPECIFIED
Date: 10 March 2022
Number of Pages: 235
Keywords: EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA - BUILDING RENOVATION - PROGETTAZIONE AMBIENTALE
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > ICAR/12 - Tecnologia dell'architettura
Date Deposited: 16 Mar 2022 12:55
Last Modified: 28 Feb 2024 10:51
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/14433

Collection description

Una percentuale consistente del patrimonio edilizio italiano, un tempo periferia, oggi fa parte di un più ampio assetto di aree metropolitane complesse ed estese il cui ruolo è stato recentemente ricollocato in una posizione di rilievo all’interno dell'agenda della politica tecnica europea e del dibattito nel nostro paese. In relazione alle nuove esigenze dettate dagli obiettivi della building renovation, è necessario individuare azioni appropriate che consentano di raggiungere elevate prestazioni degli ambienti urbani. Questo approccio rappresenta una particolare sfida rispetto agli interventi di riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica rappresentativa, anche in relazione al livello di qualità autoriale e di sperimentazione edilizia, dell’espansione urbana in Italia tra gli anni ‘50 e la metà degli anni ’80. In tali contesti il raggiungimento della neutralità carbonica non può prescindere dai valori progettuali che tali quartieri hanno avuto nell'evoluzione della cultura architettonica in Italia. Il riconoscimento identitario dei luoghi, infatti, gioca un ruolo non secondario nei processi di trasformazione, facendo della riconoscibilità un elemento fondamentale nel necessario passaggio da endemiche condizioni di marginalità verso nuove centralità urbane riferite alla trasformazione rigenerativa e di rinnovo delle aree metropolitane periurbane, come imposto dal contrasto del climate change e dai programmi di ripresa post Covid-19.

Downloads

Downloads per month over past year

Actions (login required)

View Item View Item