Savarese, Maria Rosaria (2006) Collezioni di arti decorative a Napoli fra l'esposizione nazionale del 1877 ed i grandi musei della città. [Tesi di dottorato] (Unpublished)

[img] PDF
Savarese_Discipline_Storiche.pdf
Visibile a [TBR] Repository staff only

Download (1MB)
Item Type: Tesi di dottorato
Uncontrolled Keywords: Collezionismo napoletano; Ottocento
Date Deposited: 03 Sep 2008
Last Modified: 30 Apr 2014 19:34
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/2904

Abstract

La tesi ha come oggetto lo studio del collezionismo napoletano di arti applicate nella seconda metà dell’Ottocento. In essa sono state prese in esame per la prima volta una serie di collezioni private molto importanti per la quantità e la qualità delle opere d’arte, appartenute ad esponenti delle principali famiglie nobili partenopee, a noti esponenti della borghesia, ed infine ad alcuni stranieri residenti in città. E’ emerso in questo modo – ed in maniera del tutto positivamente inaspettata – un variegato panorama collezionistico che ben rispecchiava ovviamente quello che era il più generale clima culturale del momento, soprattutto in relazione alla contemporanea realtà museale ciittadina. A riguardo, infatti, la prima parte della ricerca viene dedicata alla nascita dei grandi musei napoletani, un vero e proprio sistema museale – San Martino, Capodimonte, Museo Artistico Industriale, Museo Civico Gaetano Filangieri - dedicato alle arti decorative.

Actions (login required)

View Item View Item