Nicodemo, Davide (2008) Aneuploidie in spermatozoi ed ovociti maturati in vitro in bovini di razza Frisona Italiana e Bruna italiana mediante microdissezione cromosomica e ibridazione fluorescente in situ (FISH). [Tesi di dottorato] (Inedito)

[img]
Anteprima
PDF
Tesi_Dottorato_Nicodemo_D..pdf

Download (4MB) | Anteprima
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: Aneuploidie in spermatozoi ed ovociti maturati in vitro in bovini di razza Frisona Italiana e Bruna italiana mediante microdissezione cromosomica e ibridazione fluorescente in situ (FISH)
Autori:
AutoreEmail
Nicodemo, Davidedavidenic@yahoo.it
Data: 28 Novembre 2008
Numero di pagine: 95
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Scienze del suolo, della pianta, dell'ambiente e delle produzioni animali
Dottorato: Produzione e sanità degli alimenti di origine animale
Ciclo di dottorato: 21
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Cortesi, Maria Luisacortesi@unina.it
Tutor:
nomeemail
Di Berardino, Dinodiberard@unina.it
Data: 28 Novembre 2008
Numero di pagine: 95
Parole chiave: Aneuploidie, FISH, Bos taurus
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 07 - Scienze agrarie e veterinarie > AGR/17 - Zootecnica generale e miglioramento genetico
Depositato il: 12 Nov 2009 16:04
Ultima modifica: 02 Dic 2014 11:58
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/3284
DOI: 10.6092/UNINA/FEDOA/3284

Abstract

Le aneuploidie sono responsabili di sbilanciamenti genetici che impediscono il normale processo di sviluppo dell’embrione e sono tra le cause principali di mortalità embrionale e fetale. Negli animali domestici esiste una quasi totale mancanza di dati rispetto all’incidenza di aneuploidie nelle cellule germinali, nonostante l’importanza che queste rivestono sia dal punto di vista zootecnico, in quanto causa di riduzione della fertilità, sia dal punto di vista biomedico, come modello da cui derivare informazioni utili nella ricerca applicata all’uomo. Sempre più studi hanno messo in luce la relazione che esiste tra ambiente di vita (esposizione ad inquinanti, fitofarmaci, molecole tossiche) e incidenza di anomalie cromosomiche nelle cellule germinali e gli animali domestici sono sempre più frequentemente esposti a molecole inquinanti attraverso l’alimentazione e l’ambiente di allevamento. Per tali ragioni è fondamentale conoscere l’incidenza di base di aneuploidie nelle cellule germinali, al fine di programmare indagini volte ad identificare e rimuovere possibili cause di riduzione della fertilità. A tal fine è stata sviluppata una metodica di ibridazione fluorescente in situ utilizzando sonde ‘painting’ cromosoma-specifiche prodotte tramite microdissezione cromosomica e DOP-PCR per investigare l’assetto cromosomico di spermatozoi (cromosomi X e Y) ed ovociti (cromosomi X e 5) in due delle principali razzi da latte, la Frisona Italiana e la Bruna Italiana. L’incidenza media di aneuploidie e diploidie negli spermatozoi è stata dello 0.110% e 0.050% nella Frisona e dello 0.078% e 0.062% nella Bruna. Gli ovociti diploidi sono stati complessivamente il 14.4% (11.2% nella Frisona e 18.4% nella Bruna) e gli aneuploidi il 2.2% (2% nella Frisona e 2.5% nella Bruna). Gli ovociti sembrano quindi essere maggiormente soggetti ad eventi di non-disgiunzione; ulteriori studi sono necessari, in vivo, per chiarire gli effetti del sistema di coltivazione in vitro sulla frequenza di anomalie cromosomiche.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento