Dimensionamento strutturale effettuato con le norme CE 94/25 e confronto attraverso il metodo degli elementi finiti

Boccolini, Vittorio (2009) Dimensionamento strutturale effettuato con le norme CE 94/25 e confronto attraverso il metodo degli elementi finiti. [Tesi di dottorato] (Inedito)

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF - Richiede un editor Pdf del tipo GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
13Mb

Abstract

Scopo della ricerca svolta è la valutazione della normativa della Comunità Europea per le imbarcazioni da diporto (25/94 CE) realizzate in materiali compositi. Per la valutazione si è fatto riferimento sua alle implicazioni tecnologiche sia a quelle economiche. Il principale strumento utilizzato per la valutazione è stata l’analisi strutturale, condotta con il metodo degli elementi finiti, applicata a strutture semplici e composte come telai e zone delle imbarcazioni con confini e carichi tali da determinare condizioni tensionali significative. Per lo studio si sono prese in considerazione le imbarcazioni a sostentamento idrodinamico significativo (non trascurabile).

Tipologia di documento:Tesi di dottorato
Parole chiave:vetroresina, FEM, progettazione
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 09 Ingegneria industriale e dell'informazione > ING-IND/02 COSTRUZIONI E IMPIANTI NAVALI E MARINI
Coordinatori della Scuola di dottorato:
Coordinatore del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Moccia, Antonioantonio.moccia@unina.it
Tutor della Scuola di dottorato:
Tutor del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Coppola, Tommasotomcoppo@unina.it
Stato del full text:Accessibile
Data:26 Novembre 2009
Numero di pagine:172
Istituzione:Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento o Struttura:Ingegneria Navale
Tipo di tesi:Dottorato
Stato dell'Eprint:Inedito
Scuola di dottorato:Ingegneria Navale
Denominazione del dottorato:Ingegneria Aerospaziale, Navale e della Qualità
Ciclo di dottorato:XXII
Numero di sistema:3827
Depositato il:20 Maggio 2010 09:45
Ultima modifica:20 Maggio 2010 09:45

Solo per gli Amministratori dell'archivio: edita il record