Comparazione di modelli fisico-matematici di previsione meteorologica: applicazione sul territorio Campano

Di Cristo, Raffaele (2006) Comparazione di modelli fisico-matematici di previsione meteorologica: applicazione sul territorio Campano. [Tesi di dottorato] (Inedito)

Full text disponibile come:

[img]PDF - Richiede un editor Pdf del tipo GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
1654Kb

Abstract

L’aumento di eventi meteorologici estremi che ha interessato il territorio campano negli ultimi anni ed i conseguenti danni da essi causati ha portato ad una crescente attenzione verso i problemi connessi alla previsione meteorologica. Nel presente studio vengono esaminate le metodologie impiegate nella previsione atmosferica assistita da modelli numerici (NWP, Numerical Weather Prediction), con una particolare attenzione ai principi fisici ed ai metodi di parametrizzazione in essi impiegati; inoltre, viene presentato un semplice modello numerico sviluppato nel corso dello stesso studio ed usato, insieme con i dati messi a disposizione dall’Osservatorio Meteorologico del Dipartimento di Geofisica e Vulcanologia dell’Università di Napoli “Federico II”, per la previsione di alcuni eventi piovosi verificatisi nel corso del 2005.

Tipologia di documento:Tesi di dottorato
Parole chiave:Meteorologia, Modellistica, Campania
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 04 Scienze della terra > GEO/12 OCEANOGRAFIA E FISICA DELL'ATMOSFERA
Coordinatori della Scuola di dottorato:
Coordinatore del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Ciampo, Giuliano
Tutor della Scuola di dottorato:
Tutor del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Mazzarella, Adriano
Stato del full text:Accessibile
Data:2006
Numero di pagine:99
Istituzione:Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento o Struttura:Geofisica e Vulcanologia
Tipo di tesi:Dottorato
Stato dell'Eprint:Inedito
Denominazione del dottorato:Scienze della Terra
Ciclo di dottorato:XVIII
Numero di sistema:635
Depositato il:30 Luglio 2008
Ultima modifica:04 Febbraio 2009 09:39

Solo per gli Amministratori dell'archivio: edita il record