Fiore, Beatrice (2006) L’Intangibile in sanità: cultura e clima organizzativo nelle strutture ospedaliere. [Tesi di dottorato] (Inedito)

[img]
Anteprima
PDF
Fiore.pdf

Download (620kB) | Anteprima
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: L’Intangibile in sanità: cultura e clima organizzativo nelle strutture ospedaliere
Autori:
AutoreEmail
Fiore, Beatrice[non definito]
Data: 2006
Tipo di data: Pubblicazione
Numero di pagine: 150
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Sociologia "Gino Germani"
Dottorato: Sociologia e ricerca sociale
Ciclo di dottorato: 17
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Spanò, Antonella[non definito]
Tutor:
nomeemail
Piperno, Aldo[non definito]
Data: 2006
Numero di pagine: 150
Parole chiave: Cultura, Clima, Sanità
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 14 - Scienze politiche e sociali > SPS/09 - Sociologia dei processi economici e del lavoro
Depositato il: 31 Lug 2008
Ultima modifica: 30 Apr 2014 19:23
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/644
DOI: 10.6092/UNINA/FEDOA/644

Abstract

Il punto di partenza della tesi, è stato riflettere sui cambiamenti economici, istituzionali, tecnologici, culturali e sociali che in questi ultimi anni hanno modificato i parametri e i modelli di riferimento per le aziende sanitarie: assetti aziendalistici normativamente introdotti , la revisione dei ruoli e delle gerarchie di comando e il ricorso a tecniche di amministrazione e controllo di vario tipo (controllo di gestione, contabilità per centri di costi, controllo di qualità, incentivi (seppur deboli) economici, ecc.). Ciò nonostante, efficienza e performance del settore sanitario, ma anche di molti altri settori di produzione di beni materiali e servizi, non sono soddisfacenti e non sono rari i casi di aziende che non reggono la competizione ed escono dal mercato e di ospedali che continuano a produrre deficit di bilancio e accadimenti vari di cosiddetta malasanità. La tesi esamina sia in termini teorici che empirici l’analisi e la ricerca dei fattori che possono spiegare e, successivamente, aiutare a massimizzare l’obiettivo dell’efficienza e della performance delle organizzazioni e, nello specifico, delle organizzazioni sanitarie. L’approccio scelto è quello riconducibile all’ambito teorico che vede nella “cultura” e nel “clima” organizzativo, un forte fattore di determinazione del funzionamento organizzativo. Tale approccio, si configura come un prerequisito per una strategia finalizzata al cambiamento dell’organizzazione fondata su una rimodulazione delle relazioni delle persone che lavorano al suo interno. Il coinvolgimento diretto degli operatori e un’azione diretta a far emergere una cultura ed un clima organizzativo coerente con gli obiettivi dell’organizzazione medesima, può, infatti, a parità di altri fattori, aumentare la probabilità che il cambiamento della realtà lavorativa si verifichi effettivamente e produca risultati positivi. Una fonte di innovazione, peraltro, è quella che lega i tradizionali studi sulla cultura e il clima organizzativo, al tema della “fiducia” (trust) come presupposto per lo sviluppo “positivo”, sia dell’economia di un paese che del suo benessere sociale, sia del successo aziendale che della soddisfazione dell’utente.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento