Sabia, Pino (2006) Experimental and numerical studies of mild combustion processes in model reactors. [Tesi di dottorato] (Unpublished)

[img]
Preview
PDF
Tesi_Sabia.pdf

Download (41MB) | Preview
Item Type: Tesi di dottorato
Language: English
Title: Experimental and numerical studies of mild combustion processes in model reactors
Creators:
CreatorsEmail
Sabia, PinoUNSPECIFIED
Date: 2006
Date Type: Publication
Number of Pages: 371
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Ingegneria chimica
PHD name: Ingegneria chimica, dei materiali e della produzione
PHD cycle: 18
PHD Coordinator:
nameemail
Grizzuti, NinoUNSPECIFIED
Tutor:
nameemail
De Joannon, Maria RosariaUNSPECIFIED
Date: 2006
Number of Pages: 371
Uncontrolled Keywords: Combustione “dolce” , Reattori semplici, Regimi dinamici
MIUR S.S.D.: Area 09 - Ingegneria industriale e dell'informazione > ING-IND/25 - Impianti chimici
Date Deposited: 31 Jul 2008
Last Modified: 30 Apr 2014 19:23
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/661

Abstract

Lo scopo della tesi è stato lo studio del comportamento di reattori chimici elementari nelle condizioni tipiche della combustione “dolce”. L’attività è stata essenzialmente di tipo sperimentale ed ha riguardato sia lo studio cinetico e dinamico di un reattore in flusso a perfetta miscelazione sia la progettazione di un reattore tubolare sul quale approfondire il comportamento di flussi reagenti in condizioni di alta temperatura e alta diluizione. Lo studio è stato affiancato da un’accurata modellazione numerica che ha consentito di determinare gli stadi controllanti la cinetica di idrocarburi modello, come il metano e le sue miscele con idrogeno, nelle condizioni della combustione “dolce”. I risultati sperimentali hanno messo in luce l’insorgere di peculiari fenomeni di oscillazione della temperatura con una articolata fenomenologia di comportamenti dinamici. Sulla base di un confronto tra risultati sperimentali e numerici si sono individuati i meccanismi cinetici responsabili di questa fenomenologia. Quindi i risultati permettono da una parte la comprensione più approfondita delle cinetiche di ossidazione del metano e dall’altra inducono l’individuazione delle condizioni operative in cui effettuare il processo di combustione “dolce”. Infatti tali regimi dinamici implicano una riduzione dell’efficienza del processo di combustione e un aumento della formazione di specie inquinanti. Inoltre è stato progettato e realizzato un reattore tubolare, considerando tutte le problematiche annesse alla necessità di fronteggiare le alte temperature iniziali tipiche della combustione dolce e la miscelazione dei reagenti in queste estreme condizioni di lavoro. Tale configurazione reattoristica consentirà l’approfondimento dello studio dell’ossidazione di idrocarburi e miscele-idrocarburi nelle condizioni tipiche della combustione dolce”.

Actions (login required)

View Item View Item