Capobianco, Rosaria (2006) I catechismi laici nella Repubblica napoletana del 1799: un ‹‹multiforme apparato educativo››. [Tesi di dottorato] (Inedito)

[img]
Anteprima
PDF
Capobianco_Rosaria.pdf

Download (2MB) | Anteprima
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: I catechismi laici nella Repubblica napoletana del 1799: un ‹‹multiforme apparato educativo››
Autori:
AutoreEmail
Capobianco, Rosaria[non definito]
Data: 2006
Tipo di data: Pubblicazione
Numero di pagine: 224
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Scienze relazionali "Gustavo Iacono"
Dottorato: Scienze psicologiche e pedagogiche
Ciclo di dottorato: 18
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Petrillo, Giovanna[non definito]
Tutor:
nomeemail
Muzi, Marielisa[non definito]
Data: 2006
Numero di pagine: 224
Parole chiave: Catechismo repubblicano, Pedagogia rivoluzionaria, Educazione popolare
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-PED/01 - Pedagogia generale e sociale
Depositato il: 30 Lug 2008
Ultima modifica: 21 Nov 2014 14:24
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/748
DOI: 10.6092/UNINA/FEDOA/748

Abstract

Durante la Repubblica Napoletana del 1799 furono stampati a Napoli quattro catechismi laici, questi erano uno strumento per la propaganda delle idee repubblicane, elaborati con lo scopo di orientare le masse verso il nuovo regime, in modo da poter avere il più ampio consenso possibile.. Unendo insieme la sintesi dei principi politici e della ideologia rivoluzionaria, e la figura del buon repubblicano, il catechismo era il testo popolare da utilizzare non solo come manuale elementare per le scuole, ma anche nelle varie assemblee di base e presso le masse analfabete per compiere una prima alfabetizzazione. L’intreccio tra scrittura e oralità permetteva di raggiungere non solo coloro che erano in grado di leggere gli opuscoli “istruttivi”, ma anche, e soprattutto, essendo la maggior parte della popolazione, gli analfabeti che per canali diversi da quelli della lettura diretta, potevano assaporare questi principi.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento