Bracale, Umberto (2010) RESEZIONI COLO-RETTALI LAPAROSCOPICHE CON SINGOLO ACCESSO NELL'ENDOMETRIOSI PELVICA PROFONDA: INIZIALE ESPERIENZA. [Tesi di dottorato] (Unpublished)

[img]
Preview
PDF
Bracale_Umberto_23.pdf

Download (14MB) | Preview
Item Type: Tesi di dottorato
Language: Italiano
Title: RESEZIONI COLO-RETTALI LAPAROSCOPICHE CON SINGOLO ACCESSO NELL'ENDOMETRIOSI PELVICA PROFONDA: INIZIALE ESPERIENZA
Creators:
CreatorsEmail
Bracale, Umbertoreumbe@tin.it
Date: 28 November 2010
Number of Pages: 56
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Scienze chirurgiche anestesiologico-rianimatorie e dell'emergenza
Doctoral School: Scienze biomorfologiche e chirurgiche
PHD name: Scienze chirurgiche e tecnologie diagnostico-terapeutiche avanzate
PHD cycle: 23
PHD Coordinator:
nameemail
Renda, Andrearenda@unina.it
Tutor:
nameemail
Renda, Andrearenda@unina.it
Di Salvo, EnricoUNSPECIFIED
Pignata, Giustogpignata@libero.it
Date: 28 November 2010
Number of Pages: 56
Uncontrolled Keywords: CHIRURGIA LAPAROSCOPICA ENDOMETRIOSI CHIRURGIA LAPAROSCOPICA "SINGLE INCISION"
MIUR S.S.D.: Area 06 - Scienze mediche > MED/18 - Chirurgia generale
Date Deposited: 17 Feb 2011 15:29
Last Modified: 30 Apr 2014 19:44
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/8049

Abstract

Nelle resezioni colorettali totalmente laparoscopiche, è necessario introdurre in addome da 3 a 5 trocars oltre che effettuare una piccola minilaparotomia per l’estrazione del pezzo operatorio. Le colectomie laparoscopiche con singolo accesso (SILC) in linea teorica potrebbero produrre una serie di vantaggi rispetto alla chirurgia tradizionale laparoscopica. Dal Gennaio alla fine del settembre 2010 abbiamo operato 35 pazienti con una diagnosi accertata di endometriosi pelvica profonda (stadio IV secondo la classificazione di Adayam), effettuando una resezione colorettale laparoscopica associata o meno ad altre procedure. 6 pazienti sono state sottoposte alla medesima tipologia di intervento, emicolectomia sinistra o resezione anteriore del retto, utilizzando un singolo accesso laparoscopico. Il tempo operatorio medio è stato di 146,6 (range 110-190) minuti. In nessun caso è stata necessaria una conversione in laparoscopia convenzionale, né in laparotomia. Non sono stati utilizzati fili di sutura transaddominali per la trazione sui visceri. In soli 2 casi abbiamo preferito confezionare una ileostomia di protezione sul fianco destro, poi chiusa nel successivo mese in seguito a controllo radiologico dell’anastomosi, negativo per fistole e/o stenosi. La lunghezza media dell’incisione ombelicale è stata di 3.7 cm (range 3-4.5) Non ci sono state complicanze intra e post-operatorie, mortalità o reinterventi entro i 30 giorni, ad eccezione delle chiusure delle ileostomie per ricanalizzazione intestinale. Nella paziente sottoposta a reimpianto ureterale, al follow-up (cistografia) residua un reflusso vescico-ureterale di I grado. La lunghezza media dell’intestino asportato è stata di 25.9 cm (range 18-30). In definitiva, pur ricoscendo alla SILS ipotetici vantaggi rispetto alla chirurgia laparoscopica convenzionale, non siamo convinti che possa raggiungere, ad oggi, una percentuale di utilizzo elevata nella pratica quotidiana, anche e soprattutto alla luce del fatto che la percentuale di interventi di chirurgia colorottele laparoscopica convenzionale, a venti anni dal primo intervento, non risulta ad oggi essere elevatissima.

Actions (login required)

View Item View Item