Pusceddu, Enrico (2010) Intorno al Maestro di Castelsardo. Pale d'altare nella Sardegna del secondo Quattrocento. [Tesi di dottorato] (Inedito)

[img] PDF
Pusceddu_enrico_23.pdf
Visibile a [TBR] Amministratori dell'archivio

Download (24MB)
Tipologia del documento: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Titolo: Intorno al Maestro di Castelsardo. Pale d'altare nella Sardegna del secondo Quattrocento.
Autori:
AutoreEmail
Pusceddu, Enricopusceddu.enrico@yahoo.es
Data: 30 Novembre 2010
Numero di pagine: 302
Istituzione: Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento: Discipline storiche "E. Lepore"
Scuola di dottorato: Scienze storiche archeologiche e storico-artistiche
Dottorato: Scienze archeologiche e storico-artistiche
Ciclo di dottorato: 23
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Gasparri, Carlo[non definito]
Tutor:
nomeemail
Caglioti, Francesco[non definito]
Data: 30 Novembre 2010
Numero di pagine: 302
Parole chiave: retablo; pale; pittura; Sardegna; XV secolo;
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-ART/01 - Storia dell'arte medievale
Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-ART/02 - Storia dell'arte moderna
Depositato il: 09 Dic 2010 12:12
Ultima modifica: 05 Dic 2014 14:11
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/8322

Abstract

La Sardegna del secondo Quattrocento, grazie alla sua strategica posizione geografica al centro del Mediterraneo, ricoprì un ruolo importantissimo nella rete di scambi commerciali che vivacizzarono e consolidarono la forza della Corona d’Aragona. I porti sardi divennero luogo di scambio e d’incontro non solo di merci ma anche di culture e uomini, di opere e artisti che dalla costa si spinsero sino al più piccolo villaggio dell’interno. In questo contesto si sviluppò una fervida produzione artistica composta da molteplici influssi internazionali. Del patrimonio pittorico sardo ben poco è sopravvissuto ai tempi e agli uomini. Ciononostante, grazie alle opere conservate e alle traiettorie artistiche dei suoi principali protagonisti, è stato possibile tracciarne le peculiarità e definirne i caratteri. Attraverso lo studio dei retabli, imponenti Pale d’altare di chiara matrice catalano-aragonese, si è riusciti a delineare e contestualizzare l’azione dei principali protagonisti della pittura sarda tardo-quattrocentesca. Tra questi l’emblematico Maestro di Castelsardo il cui catalogo è stato integrato e comparato con le produzioni delle principali botteghe catalane.

Actions (login required)

Modifica documento Modifica documento