Cirillo, Paolo (2011) Nuove applicazioni ed evoluzione della tecnica isteroscopica. [Tesi di dottorato] (Unpublished)

[img]
Preview
PDF
cirillo_paolo_24.pdf

Download (1MB) | Preview
Item Type: Tesi di dottorato
Uncontrolled Keywords: isteroscopia;innervazione endometriale;vaginoscopia
Date Deposited: 07 Dec 2011 11:25
Last Modified: 17 Jun 2014 06:04
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/8606

Abstract

Primo obiettivo di questo studio è stato confrontare l’isteroscopia con “approccio vaginoscopico” con quella con “approccio tradizionale” (con speculum ed eventuale tenaculum) in termini di score di dolore e tempo di procedura al fine di poter: favorire la diffusione di questa tecnica.L'attività di ricerca è stata poi rivolta allo studio di un interrogativo legato alla presenza di fibre nervose a livello endometriale:Ruolo delle fibre nervose nella patogenesi del dolore durante isteroscopia ambulatoriale. L’attenzione è stata quindi rivolta alla funzione di questa potenziale innervazione endometriale sia in condizioni fisiologiche che patologiche. A tale scopo ha analizzato campioni bioptici di endometrio di pazienti sottoposte a procedure di “see and treat”, ricercando con metodica immunoistochimica la presenza di specifici marker neuronali (S100, NSE, SP, CGRP, VIP, NPY, NKA, NKB, NKR1, NKR2, NKR3)I risultati hanno sostanzialmente confermato ciò che si evince dall’analisi della controversa letteratura internazionale, ovvero che esiste un incremento statisticamente significativo del contenuto di S100, NSE, VIP, NPY, NKA, NKR1 e dal momento che tali markers, con l’eccezione di S100 e NSE , sono specifici di fibre nervose amieliniche di piccolo calibro, si puó supporre che lo strato funzionale dell’endometrio possa essere innervato da fibre sensitive di tipo C.I risultati finali derivanti da questa linea di ricerca potrebbero consentire l’affermarsi di questa nuova filosofia della “see & treat hysteroscopy” semplificando la distinzione tra fase diagnostica e fase operativa, introducendo il concetto di una singola procedura in cui la fase operativa é perfettamente integrata con quella diagnostica. L'ultima linea di ricerca riguarda la vaginoscopia nell'identificazione dell'endometriosi vaginale. Questa metodica si esegue adoperando la strumentazione isteroscopica ed è finalizzata allo studio delle lesioni vaginali, in particolar modo endometriosiche. L'obbiettivo di questo terzo progetto di ricerca è valutare l'utilità e l’accuratezza diagnostica di tale tecnica.

Actions (login required)

View Item View Item