VALUTAZIONE DELLE CELLULE T REGOLATORIE IN CANI NATURALMENTE INFETTI DA LEISHMANIA INFANTUM

Serretiello, Serena (2011) VALUTAZIONE DELLE CELLULE T REGOLATORIE IN CANI NATURALMENTE INFETTI DA LEISHMANIA INFANTUM. [Tesi di dottorato] (Inedito)

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF - Richiede un editor Pdf del tipo GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
1103Kb

Abstract

La Leishmaniosi canina (CL) è una grave malattia sistemica parassitaria endemica in molti paesi del bacino del Mediterraneo inclusa l’Italia. La reazione immunitaria al parassita è fondamentale per l’esito dell’infezione e la risposta al trattamento. Un complesso sistema di meccanismi aspecifici è alla base della risposta del sistema immunitario. I sistemi protettivi comprendono meccanismi intrinseci legati all’attivazione da parte dell’antigene e alla differenziazione delle cellule T, oltre che meccanismi mediati da popolazioni cellulari soppressorie, recentemente identificate come CD4+, FoXP3 e cellule T regolatorie (Treg). Nell’uomo il ruolo delle T reg nella prevenzione di una risposta autoimmune dannosa ed il loro coinvolgimento attivo nella modulazione della risposta immunitaria contro gli agenti infettivi e le cellule “trasformate” mutate, è stato ampiamente descritto. Nel cane il ruolo di questa sottopopolazione cellulare nella partecipazione alla risposta immunitaria contro agenti infettivi è tutt’ora poco conosciuto. Questo lavoro studia il ruolo delle cellule T reg in cani con Leishmania tramite l’analisi delle varie sottopopolazioni di linfociti T e dei valori del gruppo di T reg in 20 cani infetti e 10 cani sani. I nostri risultati indicano che i soggetti con infezione da Leishmania sono caratterizzati da un notevole incremento della percentuale di cellule T citotossiche (CD8+ e CD3+) con un decremento del rapporto CD4/CD8. Una significativa riduzione delle T reg è stata inoltre osservata nei cani infetti. E’ stata anche dimostrata una correlazione negativa tra i livelli di T reg e dei linfociti T citotossici (CD8+, CD3+) in tutti gli animali. Questi risultati dimostrano che in corso di CL la risposta infiammatoria caratterizzata da aumentati livelli di cellule T citotossiche è correlata ad un notevole decremento dei meccanismi regolatori cellulo- mediati, rappresentati dalle cellule T reg. In questo contesto, la persistenza del parassita potrebbe rappresentare un potente elemento di attivazione utile al mantenimento di una attiva risposta immunitaria citotossica tramite la riduzione dei meccanismi difensivi dipendenti dalle T reg. Si può ipotizzare che quanto descritto possa essere alla base di patologie immunomediate, ampiamente descritte in corso di CL.

Tipologia di documento:Tesi di dottorato
Parole chiave:Leishmania, Treg, CFM
Settori scientifico-disciplinari MIUR:Area 07 Scienze agrarie e veterinarie > VET/08 CLINICA MEDICA VETERINARIA
Coordinatori della Scuola di dottorato:
Coordinatore del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Ciaramella, Paolo
Tutor della Scuola di dottorato:
Tutor del Corso di dottoratoe-mail (se nota)
Cortese, Lauralcortese@unina.it
Stato del full text:Accessibile
Data:30 Novembre 2011
Numero di pagine:59
Istituzione:Università di Napoli Federico II
Dipartimento o Struttura:Scienze cliniche veterinarie
Stato dell'Eprint:Inedito
Scuola di dottorato:Scienze veterinarie per la produzione e la sanità
Denominazione del dottorato:Scienze cliniche e farmaco-tossicologiche veterinarie
Ciclo di dottorato:24
Numero di sistema:8837
Depositato il:10 Dicembre 2011 17:18
Ultima modifica:24 Aprile 2012 10:03

Solo per gli Amministratori dell'archivio: edita il record