Viceconte, Filomena (2013) Il duca di Medina de las Torres (1600-1668) tra Napoli e Madrid: mecenatismo culturale e decadenza della monarchia. [Tesi di dottorato]

[img]
Preview
Text
VICECONTE_FILOMENA_25.pdf

Download (1MB) | Preview
[error in script] [error in script]
Item Type: Tesi di dottorato
Lingua: Italiano
Title: Il duca di Medina de las Torres (1600-1668) tra Napoli e Madrid: mecenatismo culturale e decadenza della monarchia
Creators:
CreatorsEmail
Viceconte, Filomenamilena.vic@tiscali.it
Date: 2 April 2013
Number of Pages: 205
Institution: Università degli Studi di Napoli Federico II
Department: Studi Umanistici
Scuola di dottorato: Scienze storiche, archeologiche e storico-artistiche
Dottorato: Scienze archeologiche e storico-artistiche
Ciclo di dottorato: 25
Coordinatore del Corso di dottorato:
nomeemail
Gasparri, Carlocarlo.gasparri@unina.it
Tutor:
nomeemail
D'Alconzo, Provvidenza Paolaprovvidenzapaola.dalconzo@unina.it
Palos Peñarroya, Joan Lluìspalos@ub.edu
Date: 2 April 2013
Number of Pages: 205
Uncontrolled Keywords: Medina de las Torres - collezioni vicereali - Nicola Carafa
Settori scientifico-disciplinari del MIUR: Area 10 - Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche > L-ART/02 - Storia dell'arte moderna
Date Deposited: 11 Apr 2013 14:26
Last Modified: 17 Jun 2014 06:05
URI: http://www.fedoa.unina.it/id/eprint/9466

Abstract

Questa tesi di dottorato ha avuto come obiettivo l'analisi delle vicende biografiche di Ramiro Felípez Núñez de Guzmán, II duca di Medina de las Torres, uno dei personaggi più autorevoli della corte di Filippo IV e noto ai contemporanei anche per le sue prestigiose collezioni d'arte. Partendo dagli studi prodotti in ambito storico e storico-artistico sulla corte spagnola in età moderna, e specificatamente sulle personalità che hanno operato a Napoli come viceré negli anni del regno di Filippo IV, si è cercato di ricostruire le principali tappe della vita di questa accattivante figura di politico e di collezionista, prestando particolare attenzione, da un lato, ai rapporti che questi ebbe con il sovrano, il conte duca di Olivares e i ministri delle corti europee, e dall‟altro alle vicende legate alla formazione, incremento e dispersione delle sue raccolte d‟arte. Inoltre, la ricerca ha permesso di far emergere dall'ombra la figura di Nicola Carafa e il suo mecenatismo devozionale.

Actions (login required)

View Item View Item